PAPA: AGGIORNA IL 'MINISTERO DELLA MARINA' DELLA CHIESA
PAPA: AGGIORNA IL 'MINISTERO DELLA MARINA' DELLA CHIESA
MONS. GIOIA DENUNCIA, AI MARITTIMI NEGATO DIRITTO VOTO

(Adnkronos) - Il Vaticano, poi, denuncia la ''grave situazione economica'' del settore caratterizzata da un alto tasso di disoccupazione e della precarieta' del posto di lavoro. ''Tutto cio' rischia di non garantire piu' ai marittimi ed alle loro famiglie la sicurezza''.

Parlando dell'Italia -dove ci sono oltre 42 mila marittimi- monsignor Gioia non ha esitato a definire la situazione ''drammatica. Oltre alla precarieta' del lavoro, a queste persone viene persino impedito il diritto di esercitare il voto quando sono in navigazione. E' come se non esistessero. E' una ingiustizia perpetrata nei confronti di una minoranza alla quale dovranno porre rimedio. E' una minoranza che andrebbe tutelata dai politici''.

Ma ecco quali sono alcune delle regole disposte dal Papa per i naviganti: non sono tenuti al digiuno ma bensi' ad una opera di pieta'; possono lucrare l'indulgenza plenaria nella festa del santo titolare dell'oratorio della nave e, inoltre, -se opportunamente preparati- possono distribuire l'eucarestia anche senza il sacerdote, custodendo le ostie consacrate dietro debita autorizzazione nella propria cabina.

(Gia/Zn/Adnkronos)