SNOW BOARD: 150 MILA PRATICANTI IN ITALIA
SNOW BOARD: 150 MILA PRATICANTI IN ITALIA
NEL 2000 RAGGIUNGERANNO GLI SCIATORI

Roma, 12 mar. -(Adnkronos)- Centocinquantamila praticanti in Italia, il 20-25 pc delle presenze complessive nelle stazioni sciistiche nazionali, 30-35 mila tavole vendute nell'ultimo anno. Questi i numeri dello snoe board in Italia, ricordati oggi da Fabrizio Rampazzo, della divisione marketing della Federazione italiana snow board nel suo intervento alla giornata di studio ''il marketing sportivo'' all'Universita' Torvergata di Roma.

Nel mondo ci sono 1200 mila tavole ed il fenomeno e' in grande espansione. L'Italia e' in ritardo rispetto agli altri paesi perche' sta ancora vivendo 'l'effetto Tomba'. Le circa 35 mila tavole vendute da noi lo scorso anno sono nulla rispetto alle 400 mila vendute in Giappone. Ma la crescita vertigionosa del fenomeno e' assicurata.

I praticanti di snow board raggiungeranno numericamente quelli dello sci per l'inizio degli anni 2000. ''Gli studi piu' recenti -sottolinea Rampazzo- affermano che tra il 2001 e il 2002 si arrivera' alla parita' di praticanti tra sci e snow board. In Italia arriveremo a questa parita' tra cinque o sei anni. Sia per quello che definiamo 'l'effetto Tomba' sia per la conformazione delle nostre montagne ancora poco attrezzate per la pratica di questa disciplina''.

Rampazzo sottolinea ancora alcune caratteristiche di questo sport. ''A differenza di molte altre discipline non crediamo che l'inserimento del programma nelle Olimpiadi invernali di Nagano '98 possa avere un traino particolare sui praticanti. Penso invece che siano molto piu' utili tutta una serie di eventi speciali che vengono organizzati in tutto il mondo''. Un'altra particolarita' di questo sport e' ''l'antipatia'' dei praticanti verso quei marchi troppo legati al mondo dello sci. L'esempio della Benetton ha fatto scuola. Ha inventato un marchio specifico''.

(Rip/Pn/Adnkronos)