LIVORNO: SEQUESTRATI 130 SCATOLOMI DI CIMELI GARIBALDINI
LIVORNO: SEQUESTRATI 130 SCATOLOMI DI CIMELI GARIBALDINI
STAVANO PER IMBARCARSI ALLA VOLTA DI HAMMAMET

Livorno, 13 mar. - (Adnkronos) - 130 scatoloni di cartone, di quelli normalmente usati per i traslochi, ricolmi di quadri, libri e cimeli garibaldini sono stati sequestrati della Guardia di Finanza di Livorno martedi' sera poco prima si essere imbarcati su una nave ro-ro (un traghetto commerciale che imbarca merci varie e rotabili) in partenza per la Tunisia. Sugli scatoloni un indirizzo di Hammamet, il centro turistico a sud-est di Tunisi, dove risiede Bettino Craxi.

La Guardia di Finanza che ha operato il sequestro non conferma che il destinatario del ''trasloco'' di quello che sembra essere un vero e proprio museo garibaldino sia l'ex leader socialista, Bettino Craxi.

A far scattare l'operazione della Fiamme Gialle sarebbe stata una telefonata anonima, molto circostanziata, tanto da permettere ai finanzieri di andare a colpo sicuro. Su un camion in sosta al deposito doganale del Varco Galgani del porto livornese, sono stati individuati gli scatoloni nascosti tra altri uguali contenenti filati di vario tipo. I finanzieri hanno aperto le scatole una per una, un lavoro che e' proseguito per tutta la giornata di ieri, ed hanno cosi' scoperto quadri, libri e cimeli garibaldini. (Segue)

(Abi/Zn/Adnkronos)