CARTA DA MACERO: COMIECO, PENALIZZATE CARTIERE ITALIANE
CARTA DA MACERO: COMIECO, PENALIZZATE CARTIERE ITALIANE

Milano, 13 mar. -(Adnkronos)- Dal dicembre' 96 il prezzo della carta da macero proveniente dalle raccolte differenziate si e' avvicinato a zero e minaccia di diventare negativo in questi primi mesi del '97. Questa quotazione giunge all'epilogo di uno dei piu' drammatici e brevi cicli del mercato mondiale delle carte da macero, durato solo 36 mesi contro i tradizionali 4-5 anni.

La denuncia viene dal Comieco, Consorzio volontario nazionale recupero e riciclo carta e cartone, il quale ricorda che alla base dell'atipicita' del'ultimo ciclo -caratterizzato oltre che dalla brevita' anche da elevatissime escursioni- e della caduta dei prezzi, ci sarebbero moltpelici ragioni: innanzitutto l'entrata in funzione di nuovi grandi impianti cartari in Estremo Oriente e successivamente una forte escursione dei livelli di scorta presso di essi, con uno spostamento degli approvvigionamenti dalle raccolte differenziate dall'Europa al Nord America.

L'assenza, tipica del settore, di contratti di fornitura di durata superiore ad un mese ed alcune aspettative incontrollate hanno fatto il resto. L'industria cartaria italiana- sostiene Comieco- si trova ora ad affrontare delle penalizzazioni non sostenibili: mentre le imprese del Centro-Nord Europa oggi dispongono in cartiera di materiale gia' selezionato senza alcun costo (anzi vengono pagate per ritirarlo), le cartiere italiane che attingono alla raccolta cittadina hanno un onere di 50 lire al chilogrammo dovuto a costi di selezione, imballaggio e trasporto, che determina uno svantaggio nei confronti delle industrie concorrenti.

(Mil/Pn/Adnkronos)