FISCO: L'IREP PARTIRA' DAL '98 (4)
FISCO: L'IREP PARTIRA' DAL '98 (4)

(Adnkronos) - Tornando all'Irep, il ministro Visco ha confermato che la delega di attuazione delle norme contenute nel collegato sara' pronta entro il mese di novembre di quest'anno come previsto. Quanto invece alla scelta di far decorrere la nuova imposta a partire dal '98, essa non avra' influenza sul gettito ma sulla modalita' in cui si effettuera' il passaggio. Se si fosse scelto il '97 le imposte che vengono abolite con l'Irep (Contributi sanitari, Ilor, Imposta patrimonio netto, Iciap, ecc.) sarebbero state assunte come acconto della nuova imposta regionale. Con la decorrenza dal '98 invece dal 1 gennaio del prossimo anno non sono piu' dovute le somme corrispondenti ai tributi aboliti. Sara' invece dovuto un acconto per l'Irep che sara' commisurato alla base imponibile della nuova imposta desumibile dai dati fiscali e di bilancio riferiti al '97.

Nel '99 poi ci sara' la definizione definitiva e il versamento del saldo dovuto. La misura dell'accontro ha spiegato dell'acconto -ha spiegato Visco- dovra' esser tale da garantire il fabbisogno di cassa previsto dalla legislazione vigente. Visco ha poi ricordato che per quanto riguarda l'Irep non vi sono difficolta' di nessun genere da parte della comunita'. Inoltre l'imposta consente -ha ricordato Visco- di aumentare il grado e la qualita' dell'autonomia finanziaria delle Regioni. La manovra infatti estendera' l'ampiezza delle entrate proprie in misura pari a circa 4 mila 500 miliardi. Alla fine del biennio le Regioni disporranno della facolta' di variare l'aliquota base dell'Irep fino ad un punto percentuale che vale circa 12 mila miliardi.

La Commissione incaricata di preparare la delega -ha poi annunciato il ministro- ha gia' proceduto alla individuazione dei soggetti passivi all'esatta determinazione della base imponibile per i diversi soggetti, e sta esaminando gli aspetti procedurali relativi alla dichiarazione, l'accertamento e la riscossione nel periodo transitorio. Visco ha ricordato la nuova imposta non determinera' un aumento della pressione fiscale, in quanto, il suo gettito sara' pari a quello dei contributi e tributi che verranno aboliti con la sua introduzione. Inoltre avra' un effetto positivo riducendo sia l'aliquota sugli utili del 16,2 pc che eliminando i contributi sanitari che hanno una aliquota media pari a circa il 7 pc.

(Ric/Pn/Adnkronos)