GIM: MARZOTTO, PROPORREMO A FERRAGAMO INGRESSO IN CDA
GIM: MARZOTTO, PROPORREMO A FERRAGAMO INGRESSO IN CDA

Milano, 13 mar. -(Adnkronos)- Al gruppo Ferragamo verra' proposto di entrare a fare parte con un proprio rappresentante del consiglio di amministrazione del neonato Gruppo Industriale Marzotto. Lo afferma in un'intervista che apparira' su Il Mondo in edicola sabato, il presidente dello stesso Gruppo industriale, Pietro Marzotto.

''Ferragamo e' azionista della Marzotto -dichiara Marzotto- e ha gia' espresso il suo pieno apprezzamento per l'operazione che abbiamo realizzato: certamente gli proporremo di fare parte del consiglio del Gruppo Industriale Marzotto''. Parlando dell'ampliamento della base azionaria, Marzotto ha anche aggiunto: ''Fiat ha espresso l'intenzione e la disponibilita' a scendere attorno al 10 pc del capitale, cedendo i titoli ad altri gruppi disponibili a partecipare al nucleo dell'azionariato stabile. Il nostro obiettivo, del resto, e' quello di ampliare la base azionaria della societa' e in un gruppo cosi' internazionale come il nostro io vedrei bene delle componenti non italiane presenti nell'azionariato'', risponde Marzotto.

Affrontando il capitolo degli investimenti e dell'utilizzo dei mille mld di liquidita' in cassa al gruppo Gim, Marzotto esclude invece ogni intervento nella Stet e in altri grandi privatizzazioni: ''Credo che noi dobbiamo fare investimenti che assicurino crescita di valore nel tempo e buona redditivita' -ha spiegato Marzotto al Mondo- la filosofia deve essere quella di impiegare le risorse che abbiamo a disposizione con un'attenta ripartizione dei rischi e puntando ad acquisire pacchetti azionari significativi. Non mi sembra che le grandi privatizzazioni possano soddisfare queste condizioni. Aggiungo un'altra cosa: non capisco perche' mai Hpi avrebbe dovuto fondersi con Marzotto se voleva entrare nella Stet o partecipare ad altre grandi privatizzazioni. Non avrebbe avuto alcun senso''. (segue)

(Red/Pn/Adnkronos)