RC AUTO: CRESCIUTE DEL 9,5 PC LE TRUFFE NEL '95
RC AUTO: CRESCIUTE DEL 9,5 PC LE TRUFFE NEL '95
LA CAMPANIA REGINA DELLE TRUFFE

Roma, 13 mar. -(Adnkronos)- Truffare le compagnie assicurative appassiona sempre piu' gli italiani, specialmente quelli che abitano in Campania e Puglia. Secondo un'indagine condotta dall'Isvap nel ramo Rc auto, nel 1995 c'e' stato un aumento del 9,5 per cento delle truffe rispetto al 1994, pari ad un importo di 380,2 miliardi, circa il 2,6 per cento del totale dei risarcimenti. Per quanto attiene al numero dei sinistri, su un totale di 5.383.065, il 2,8 per cento pari a 152.862 risulta connesso a reati a danno delle compagnie, con un incremento del 3,6 per cento rispetto al 1994.

L'indagine dell'Istituto di Vigilanza, inoltre, ha messo in evidenza come il fenomeno criminoso a danno delle compagnie sia cresciuto nelle regioni meridionali rispetto all'anno precedente. La regione che presenta la maggiore incidenza percentuale rispetto al totale e' la Campania nella quale il 9,9 per cento (8,5 pc nel 1994) dei sinistri risultano connessi a reati, con un costo che in rapporto al valore dei sinistri complessivi della regione risulta pari al 9,6 per cento (9,1 per cento nel 1994). Il valore dei citati risarcimenti e' stato pari a 108,8 miliardi di lire e rappresenta il 28,6 per cento del totale nazionale dei sinistri connessi ad atti criminosi. Tra le province che presentano maggiori percentuali di criminosita' verso le compagnie assicurative si pongono in evidenza Napoli con l'11,5 per cento e Caserta con il 10,2 per cento.

Altra regione nella quale il fenomeno assume un peso percentuale rilevante, anche se in diminuzione, risulta la Puglia dove rispetto al numero si registra il 6,1 per cento ( 6,4 per cento del 1994) e rispetto all'importo si registra il 6,7 per cento (7,5 per cento nel 1994).

(Sec/Pn/Adnkronos)