STET: GASPARRI, CIAMPI DANNEGGIA AZIONISTI MINORANZA
STET: GASPARRI, CIAMPI DANNEGGIA AZIONISTI MINORANZA

Roma, 13 mar. -(Adnkronos)- ''I comportamenti del ministro del Tesoro non tutelano, anzi, danneggiano gli azionisti di minoranza della Telecom''. Lo afferma in una dichiarazione Maurizio Gasparri, coordinatore dell'esecutivo di Alleanza nazionale. ''La prova -spiega- e' nell'anticipazione dell'assemblea della Telecom al 26 marzo per approvare le modifiche dello statuto ed i poteri speciali al ministro del Tesoro. Le modifiche servono a rendere lo statuto Telecom uguale a quello di Stet, anticipando quindi quanto sarebbe avvenuto nell'assemebla di fusione di Telecom in Stet prevista a luglio''.

Secondo Gasparri ''il motivo di tale anticipazione e' di impedire agli azionisti di minoranza di esercitare il diritto di recesso e condizioni piu' favorevoli per loro''. Critico Gasparri anche sul '' contraddittorio comunicato sopra il parere emesso dal Consiglio di Stato in relazione alla sorte della concessione per l'esercizio dei servizi telefonici. Secondo noi -spiega- non essendo piu' la Stet a maggioranza pubblica, ci deve essere una gara per l'aggiudicazione di chi sara' il gestore, come previsto dal codice. Alle varie corti di Giustizia italiane ed europee la risposta''.

(Sec/Pn/Adnkronos)