UEM: CASONI (CONFINDUSTRIA), MAASTRICHT NON BASTA
UEM: CASONI (CONFINDUSTRIA), MAASTRICHT NON BASTA
IL PAESE NON CE LA FARA' A COMPETERE

Milano, 13 mar. (Adnkronos)- ''Non basta aver deciso di rimanere in Europa e non bastera' rientrare nei parametri di Maastricht per garantire al nostro Paese un posto nell'Unione'', lo sostiene il presidente dei piccoli industriali di Confindustria, Mario Casoni, secondo il quale occorrera' soprattutto generare livelli di sviluppo compatibili con quelli degli altri Paesi partner, occorre cioe' uno sviluppo equilibrato da un punto di vista finanziario, ma sufficiente a garantire l'occupazione'', il tutto da fare entro la primavera, secondo Casoni.

''La preoccupazione delle piccole industrie e' che a furia di guardare i singoli alberi si e' persa di vista la foresta. A forza di guardare il debito pubblico, il deficit, il suo rapporto con il Pil, i bollettini di guerra sull'inflazione, si e' perso di vista il vero obiettivo: la crescita'', ha lamentato Casoni, presentando oggi a Milano la posizione che il Comitato piccola industria di Confindustria esporra' da domani nella 'due giorni' da essa organizzata Brescia sotto il titolo ''Piccola industria in Europa per competere''.

Fra gli ospiti attesi il presidente del Consiglio, i ministri delle Finanze e dell'Industria: ''Al Governo indicheremo ulteriormente gli errori sui quali si sta costruendo cattivi destini per il paese e come fare per rimuoverli'', afferma Casoni e aggiunge ''intendiamo mettere le autorita' di Governo di fronte a responsabilita' estreme. Il Paese non ce la fara', non riusciremo a tenere il passo in Europa''.(segue)

(Car/Zn/Adnkronos)