RAI: BADALONI, ''TERZA RETE FEDERALE SI', SATELLITE NO''
RAI: BADALONI, ''TERZA RETE FEDERALE SI', SATELLITE NO''

Roma, 13 mar. -(Adnkronos)- ''Proporre che la terza rete Rai venga mortificata con il trasferimento sul satellite e sacrificata a una simmetria tra pubblico e privato, costituisce un ulteriore, inaccettabile disegno di subordinazione dell'interesse pubblico a giochi piu' o meno confessabili''. E' la ferma posizione di Piero Badaloni, presidente della Regione Lazio e capo area per la comunicazione della Conferenza delle Regioni.

Badaloni ricorda che ''le Regioni hanno presentato un progetto di rete territoriale che prevede la piena e autonoma utilizzazione di questo straordinario patrimonio e strumento di informazione pubblica, che non va assolutamente mortificato. Abbiamo evitato di trasformare il progetto in disegno di legge, proprio a dimostrare la nostra disponibilita' a discutere ogni tipo di ingegneria istituzionale, purche' venga salvato il principio della territorialita'''.

L'ex conduttore del Tg1 invita a ''non giocare una partita di retroguardia sul servizio pubblico radiotelevisivo: la terza rete della Rai e' un patrimonio pubblico di straordinario valore culturale, civile, economico e politico. Ad essa fa capo quasi la meta' dei dipendenti Rai, quasi mille giornalisti professionisti articolati in tre testate (il Tg3, la TgR e la TgS) con tradizioni storiche e livelli professionali di altissimo profilo. E' un patrimonio - conclude Badaloni - che consente alla terza rete, unica nel panorama dell'emittenza in Italia, di trasmettere a diffusione nazionale, subnazionale, regionale, subregionale e metropolitana e che ha possibilita' tecniche che le consentono di collegarsi alla rete di informazione delle emittenti locali affidabili''.

(Sin/Pn/Adnkronos)