CINEMA: SIMONA IZZO,'LA PARITA' UOMO-DONNA HA PRODOTTO DANNI' (2)
CINEMA: SIMONA IZZO,'LA PARITA' UOMO-DONNA HA PRODOTTO DANNI' (2)

(Adnkronos) - ''Nelle coppie di oggi non c'e' piu' tempo per l'amore -spiega la Izzo-, l'amore vero e' solo riservato agli amanti, alle coppie sposate o che convivono non rimangono che i ritagli di tempo''. A dare il volto alle difficolta' delle coppie italiane di fine secolo, un cast di attori popolari: Diego Abatantuono, Maria Grazia Cucinotta, Ricky Tognazzi, Simona Izzo, Giobbe Covatta; c'e' anche Francesco Venditti, figlio del cantautore Antonello e di Simona Izzo. ''Non so se sia venuto un buon film -afferma la regista- quando giri un film non sai se sara' bello o no; certo e' che risponde a quello che volevo fare: una commedia che fa sorridere raccontando la vita senza sguaiatezza''.

La conclusione e' polemica: contro lo strapotere degli americani che strangolano il cinema italiano. ''Una volta -denuncia Tognazzi- il nostro cinema poteva scegliere di andare in giro per il mondo. Oggi questo accade solo se gli americani decidono che un film possa essere candidato all'Oscar, altrimenti non vai da nessuna parte. Il mercato e' drogato, non c'e' piu' spazio per una produzione indipendente''. ''Bisogna raccontare le nostre storie, quelle che conosciamo -concorda Abatantuono- Non possiamo fare film apposta per gli altri''. ''Se non si trova una soluzione a questo problema sono guai per tutti -conclude Tognazzi-. Il mercato italiano da solo non e' piu' in grado di far vivere il nostro cinema. Gli altri paesi si stanno dimenticando di noi, stanno perdendo anche il ricordo di quando davvero eravamo grandi''.

(Mag/Pe/Adnkronos)