USA: OKLAHOMA CITY, SECONDO ANNIVERSARIO DELLA STRAGE
USA: OKLAHOMA CITY, SECONDO ANNIVERSARIO DELLA STRAGE
ALLARME MILIZIE, ECCEZIONALI MISURE DI SICUREZZA

Oklahoma City, 19 apr. -(Adnkronos)- Eccezionali misure di sicurezza sono state adottate a Denver ed in altre citta' americane -soprattutto in prossimita' delle sedi di uffici federali- in occasione del secondo anniversario del sanguinoso attentato di Oklahoma City. Il 19 aprile 1995, 168 persone morivano e 672 rimanevano ferite nell'esplosione dell'''Alfred Murrah Federal Building''di Oklahoma City. La strage e', a sua volta, avvenuta il giorno del secondo anniversario del cosidetto ''rogo di Waco'', la localita' del Texas dove quattro anni fa si asseraglio' il santone David Koresh, profeta di una religione intrisa di odio per Washington e suprematismo, e ottanta suoi seguaci. Fu proprio il 19 aprile del 1993 che, dopo 51 giorni di assedio da parte degli agenti dell'Fbi, l'intero ranch ando' in fiamme e tutti i ''davidiani'' morirono.

E fu proprio l'intento di vendicare i ''morti di Waco'' che spinse i due reduci della guerra del Golfo, Timothy McVeigh e Terry Nichols, ad organizzare l'attentato di Oklahoma, a quanto sostengono i pubblici ministeri del processo contro il primo che si e' aperto proprio all'inizio di questo mese a Denver, in Colorado, in un'aula bunker supersorvegliata per evitare ogni pericolo di attentato. Il giudice Richard Matsch che presiede la corte che giudica Mc Veigh -Nichols sara' processato in seguito- e' da due settimane impegnato selezionare i 18 giurati, 12 ufficiali e sei ''riserve''. (segue)

(Men/Pn/Adnkronos)