BANCARI: SONO 326 MILA E COSTANO 118 MLN L'UNO
BANCARI: SONO 326 MILA E COSTANO 118 MLN L'UNO
GOLDMAN SACHS, TAGLIO AI COSTI 1 PC FA CRESCERE UTILI DEL 7 PC

Roma, 5 giu. (Adnkronos)- I bancari in Italia sono 326 mila e costano 118,7 milioni l'uno alle banche in media, con un aumento nel '96 del 6,8 pc rispetto al '95. Le cifre sono contenute nella relazione annuale della Banca d'Italia che registra anche un aumento delle spese per il personale di 2.100 mld, cioe' del 5,9 pc..

I costi operativi sono aumentati del 5,3 pc rimanendo pero' stabili in rapporto ai fondi intermediati, 2,42 pc. Nel complesso i dipendenti delle banche costano 38 mila 700 mld, il 42,9 pc del margine di intermediazione. I dipendenti a fine '96 erano 326 mila 700 con una riduzione dell'1,9 pc rispetto alla fine del '95. Il calo ''e' concentrato in un gruppo di banche di grande dimensione -si legge nella relazione- che ha attuato misure di incentivazione all'esodo''. Nella media dell'anno il numero dei dipendenti bancari si e' ridotto dello 0,9 pc ed il costo per addetto e' stato di 118,7 mln, con un aumento del 6,8 pc rispetto al '95 quando era di 111,4 mln.

Secondo la banca d'affari Goldman Sachs un taglio ai costi di gestione di un punto potrebbe avere un effetto benefico sugli utili delle banche nostrane, facendoli crescere anche del 7%. Le cifre sono richiamate in uno studio dell'Abi: per gli istituti italiani ''una diminuzione dell'1 pc dei costi operativi del sistema potrebbe aumentare i profitti del 7 pc''. E, in Europa, la stessa misura produrrebbe un aumento degli utili solo di 4 punti in Germania, del 3% in Spagna e del 2% nel Regno Unito.

(Gic/Gs/Adnkronos)