COMMERCIO: ISTAT, A FEBBRAIO AUMENTO TENDENZIALE +1,3 PC (2)
COMMERCIO: ISTAT, A FEBBRAIO AUMENTO TENDENZIALE +1,3 PC (2)

(Adnkronos)- I dati -specifica l'Istat- si riferiscono al valore corrente delle vendite, incorporando, quindi, la dinamica sia delle quantita' sia dei prezzi.

Il valore delle vendite di prodotti alimentari ha segnato una crescita pari all'1,8 p.c., sensibilmente superiore a quella dei prodotti non alimentari (0,9 p.c.); anche per quest'ultimi, l'aumento e' risultato superiore nella grande distribuzione (1,9 p.c.) che nelle imprese operanti su piccole superfici (0,8 p.c.). Nel bimestre gennaio-febbraio '97 si e' verificato un aumento tendenziale dell'1,4 p.c., piu' elevato nella grande distribuzione (4,0 p.c.) che nelle imprese operanti su piccole superfici (0,8 p.c.). Nello stesso periodo la crescita del valore delle vendite di prodotti alimentari (2,6 p.c.) e' stata sensibilmente piu' elevata di quella dei prodotti non alimentari (0,6 p.c.).

A febbraio '97 si sono registrati aumenti tendenziali crescenti al crescere della dimensione aziendale in termini di addetti, confermando quanto gia' emerso nel mese precedente. In particolare, mentre le vendite delle piccole e medie imprese (rispettivamente, imprese fino a 2 addetti e con addetti tra 3 e 5) hanno registrato nel complesso una crescita molto contenuta, pari allo 0,9 p.c., le grandi imprese (almeno 6 addetti) sono aumentate del 2,3 p.c.. In particolare, le vendite delle imprese con addetti tra 6 e 9 sono cresciute dell'1,4 p.c., quelle delle imprese con addetti tra 10 e 19 del 2,3 p.c. e quelle con almeno 20 addetti del 2,9 p.c.. Nel bimestre gennaio-febbraio '97 si e' verificato un aumento tendenziale piu' elevato nella grandi imprese (3,4 p.c.) che nelle imprese piccole e medie (0,6 p.c.). (segue)

(Sec/Pe/Adnkronos)