FONDI PENSIONE: DESIATA, A SETTEMBRE-OTTOBRE SI PARTE
FONDI PENSIONE: DESIATA, A SETTEMBRE-OTTOBRE SI PARTE
LE PREVISIONI FINO AL 2020

Milano, 5 giu. -(Adnkronos)- Licenziato dalla Corte dei Conti il regolamento i Fondi pensione sono sul nastro di partenza, in attesa che la Commissione di vigilanza dia ad essi il 'via', uno ad uno. Un'attesa che a detta del presidente dell'Ania, Alfonso Desiata, non dovrebbe prolungarsi oltre l'autunno.

Quanto alla massa di denaro messa in moto dai Fondi pensione, Desiata stima che partendo quest'anno da 1.050 miliardi di lire di contributi (somma di quelli dei dipendenti privati e dei lavoratori autonomi), quindi da 1.050 miliardi di patrimonio, si arrivi nel 2020 a 44.250 miliardi di contributi e 798.450 miliardi di patrimonio, con la totalita' dei lavoratori autonomi (3milioni e 700mila) e 7milioni e 800mila dipendenti privati su 13 milioni.

''La Commissione di vigilanza dovra' approvare tutte le domande dei Fondi, sia chiusi sia aperti, partiranno prima naturalmente i Fondi chiusi che, come quelli dei chimici e altri, hanno gia' tutto pronto. La Commissione dovra' esaminare montagne di carte ma sono convinto che a settembre - ottobre si parte'', ha affermato Desiata, a margine di un convegno della Fondazione Cesar sulla riforma dello Stato sociale, tenutosi oggi a Milano. (segue)

(Car/Zn/Adnkronos)