MEZZOGIORNO: SALES, LE BANCHE DEVONO CAPITALIZZARE IMPRESE
MEZZOGIORNO: SALES, LE BANCHE DEVONO CAPITALIZZARE IMPRESE
CON FONDI LEGGE 237 E CONSENTIRE VENDITA CREDITI INCAGLIATI

Roma, 5 giu. (Adnkronos) - Coinvolgere le banche nella capitalizzazione delle imprese del mezzogiorno che hanno un buon mercato, ma una debole struttura finanziaria ricorrendo ai fondi della legge 237 e consentire agli istituti che hanno crediti incagliati di venderli: a lanciare le due proposte e' il sottosegretario al Bilancio con delega per il Mezzogiorno Isaia Sales.

''L'obiettivo del Governo -ha detto intervenendo ad un convegno organizzato dal Cnel sui patti territoriali- e' quello di introdurre, magari utilizzando il ddl Bersani, una strategia mirata per favorire la capitalizzazione delle imprese con una debole struttura finanziaria. L'ipotesi di intervento prevede che i fondi della legge 237 per il consolidamento dei debiti a breve, siano utilizzati anche per permettere alle banche di acquisire azioni delle societa' a condizione che i soci mettano altra liquidita'. Si tratterebbe di attivare un processo a tre con lo stato che interviene con il fondo di garanzia, le banche e le imprese''.

Per quanto riguarda invece i crediti incagliati delle banche, Sales ha proposto l'attivazione di un mercato degli stessi: ''Occorre -ha detto- attivare un mercato secondario di questi debiti prevedendo per le banche la possibilita' di cederli a intermediari con uno sconto del 20-25 per cento. Le banche libere da questi debiti potrebbero ricontrattare con le imprese i loro prestiti. Lo Stato interverrebbe con una sorta di prestito anticipando i fondi che dopo dovrebbero essere restituiti''. (segue)

(Ric/Gs/Adnkronos)