SBLOCCACANTIERI: RONCHI, 100MILA NUOVI POSTI DA DEPURAZIONE (3)
SBLOCCACANTIERI: RONCHI, 100MILA NUOVI POSTI DA DEPURAZIONE (3)

(Adnkronos) - E Ronchi non ha dubbi: l'attuazione di questo piano ''porra' finalmente il nostro paese nella prospettiva di attuare la direttiva 91/271/Cee'' che richiede nuovi e piu' stringenti interventi per la depurazione degli scarichi e la qualita' dei corpi idrici. La grande innovazione introdotta da Bruxelles, spiega ancora il ministro, e' l'obbligo di individuare le ''aree sensibili'' nelle quali assicurare un trattamento piu' spinto, cioe' l'abbattimento dei nutrienti, possibile solo nei depuratori dotati del terzo stadio che nel nostro paese sono pochissimi.

L'Italia, ha ricordato Ronchi, ha innumerevoli ''aree sensibili'', a cominciare dalle coste sulle quali vive il 30 pc della popolazione e che subiscono la pressione di 15 milioni di turisti nell'estate. E ancora, ci sono 600 km di mare ancora vietati alla balneazione, laghi e bacini a rischio eutrofizzazione ''in Sicilia e in Sardegna'', mentre e' grave la situazione delle falde, avvelenate dall'overdose di fertilizzanti chimici, nella Pianura Padana e nelle piane in Campania e Sicilia.

Si parte dunque con ''obiettivi prioritari'': fiumi a rischio a ''ad elevato grado di compromissione'', laghi, lagune e zone umide, acque costiere, protezione dei suoli e delle falde nel caso di recapito sul suolo e nel sottosuolo delle acque reflue. Fra le regioni a fare la parte del leone sono in particolare la Campania (per il disinquinamento del Sarno), la Sicilia, la Lombardia, la Puglia, la Campania, la Sardegna e, con il massimo dei costi previsti per gli interventi, Roma.

(Ccr/Zn/Adnkronos)