STATO SOCIALE: COFFERATI, LA TRATTATIVA NON SARA' BREVE
STATO SOCIALE: COFFERATI, LA TRATTATIVA NON SARA' BREVE
NECESSARIA LA 'VERIFICA' CON LAVORATORI E PENSIONATI

Roma, 5 giu. -(Adnkronos)- La trattativa sullo stato sociale non sara' breve, anche perche' le eventuali proposte o soluzioni che verranno individuate dovranno essere 'verificate' con i lavoratori e i pensionati. Ad affermarlo e' Sergio Cofferati, segretario generale della Cgil, che oggi ha illustrato al direttivo della confederazione la linea che verra' seguita nel negoziato che si apre il 18 giugno.

Ai sostenitori della trattativa ''a oltranza'', Cofferati ha risposto che ''La trattativa dovra' avere i tempi necessari. Nessuno puo' realisticamente dire fin d'ora quanto tempo sara' necessario, ma e' chiaro che non sara' breve, data la delicatezza e la complessita' della materia''. Ma non solo. Secondo il leader della Cgil occorre che nel corso del negoziato ci sia anche una verifica ''democratica'' con i lavoratori e i pensionati, che dovra' permettere al sindacato di 'misurare' il consenso sia sulle proposte che durante tutto il corso del negoziato.

''Il confronto con il governo -precisa Cofferati- dovra' avvenire sulla base di una proposta unitaria di Cgil Cisl e Uil, e dovra' essere definito anche un percorso democratico che permetta di verificare il consenso di lavoratori e pensionati sulle proposte di riforma''. ''E' quindi indispensabile'', prosegue, che Cgil Cisl e Uil, definiscano ''nel piu' breve tempo possibile sia la proposta che le regole da seguire per la trattativa''. (segue)

(Nnz/Pn/Adnkronos)