VENDITE DIRETTE: ITALIA PASSA DAL NONO AL SETTIMO POSTO
VENDITE DIRETTE: ITALIA PASSA DAL NONO AL SETTIMO POSTO

Milano, 5 giu. -(Adnkronos)- L'Italia sale di due gradini nella classifica dei Paesi leader nelle vendite dirette. Dal nono posto occupato a livello mondiale nel '94, le aziende Avedisco (Associazione Nazionale Vendite Dirette Servizio Consumatori) passano infatti al settimo posto con un volume di affari di oltre 1 mld di dollari realizzato nel '95, alle spalle del Giappone (30,4 mld di dollari), degli Stati Uniti (17,9 mld), del Brasile (3 mld), della Germania (2,6 mld) della Francia (1,4 mld di dollari) e del Regno Unito (1,1 mld). Rimane invariata, invece, la posizione italiana a livello europeo, stabile al quarto posto.

E' il settore alimentare a trainare le Vendite Dirette: nei primi tre mesi del '97 il fatturato e' cresciuto del 21,35 pc, rispetto allo stesso periodo del '96, raggiungendo i 37,54 mld. Nel complesso il volume d'affari delle Vendite Dirette e' stato di 453,55 mld, con un incremento dello 0,20 pc rispetto al primo trimestre '96. Piu' contenuto, ma sempre in crescita, l'andamento del comparto dei beni durevoli per la casa (+1,23 pc, 188 mld nel primo trimestre '97) e del tessile (+4,15 pc con 56,55 mld). Calano invece l'editoria (-19,96 pc con un giro d'affari nei primi tre mesi '97 di quasi 3 mld), la cosmesi e accessori moda (-7,01 pc con un fatturato nei primi tre mesi del '97 di 90 mld) e i beni di consumo per la casa (-3,31 pc, 78,48 mld). (segue)

(Red/Pn/Adnkronos)