CINEMA: RICERCA ANICA, MEGLIO IN SETTIMANA E AL POMERIGGIO
CINEMA: RICERCA ANICA, MEGLIO IN SETTIMANA E AL POMERIGGIO
E GLI ITALIANI, UNICI IN EUROPA, VOGLIONO L'INTERVALLO

Roma, 18 giu (Adnkronos) - Al cinema e' meglio in settimana, magari al pomeriggio o in prima serata. Cambiano le abitudini degli italiani in sala e vengono meno dei 'punti fermi' apparentemente immutabili. Secondo una ricerca dell'Anica, la domenica si avvia a non essere piu' il giorno preferito per andare al cinema, come lo spettacolo delle 22,30 sta cedendo il passo a quello delle 20.00 e -soprattutto- a quello delle 18.00.

Se nell'ottobre del '96 un 46 pc indicava sabato e domenica come giorni preferiti per andare al cinema, a giugno '97 il fine settimana e' stato indicato da un 32 pc. Per quel che riguarda gli spettacoli, a giugno '97 il 40 pc del campione ha preferito quello delle 20 contro il 32 pc che ha indicato quello dello 22,30, con un distacco maggiore che nell'ottobre del '96. In ascesa lo spettacolo delle 18.00, indicato dal 20 pc (a ottobre '96 aveva avuto solo il 9 pc). A questo proposito, l'Anica sottolinea come ''la riduzione del prezzo del biglietto, operante dal gennaio '97, abbia sortito una sua efficacia''. L'abitudine dura a morire e' invece l'intervallo: unico in Europa, il pubblico italiano nella maggioranza non si oppone all'interruzione (62 pc).

Confermato il dato che, fra tutti i frequentatori di cinema, una buona meta' ci va una sola volta al mese ed un altro terzo circa due volte. Solo il 15 pc circa degli spettatori rappresenta il 'core client' con frequenze settimanali o piu' elevate. Mirata a sondare la situazione del mercato delle multisale (giudicate positivamente dal 66 pc del campione), la ricerca mette in evidenza che lo spettatore opta per la multisala soprattutto per la 'possibilita' di scelta tra piu' film' (87 pc). I monoschermo sono scelti invece in modo casuale (43 pc) senza preclusioni verso le multisale. Ad eccezione di un 23 pc che 'non trova posto' nella multisala o che ha la stessa 'troppo lontana' (26 pc). La ricerca e' stata condotta su un campione di 950 spettatori abituali in due rilevazioni: ottobre '96-giugno '97.

(Gmg/Zn/Adnkronos)