TEATRO: FOLLINI (CCD), PARITA' FRA STABILI PUBBLICI E PRIVATI
TEATRO: FOLLINI (CCD), PARITA' FRA STABILI PUBBLICI E PRIVATI
(RIF.N.237)

Roma, 18 giu. - (Adnkronos) - Creare un'Agenzia Teatrale Italiana e stabilire un principio di eguaglianza di trattamento fra gli stabili e le compagnie pubblici e quelli privati. Sono i due elementi che contraddistinguono la proposta di legge sulla prosa presentata dal Ccd. ''Concorriamo insieme con il Governo a individuare i termini di una legge per il teatro, ma su una pista diversa, che dovrebbe correre in parallelo con quella di Veltroni'', spiega all'Adnkronos Marco Follini, primo firmatario del pdl.

Due le differenze fondamentali con il testo governativo: ''Pensiamo a un'Agenzia che non sia un'emanazione del Governo ma sulla quale abbia voce in capitolo anche il Parlamento: soprattutto in questi tempi di maggioritario - sottolinea Follini - riteniamo utile individuare soluzioni che non favoriscano piu' di tanto la possibilita' di influenza e qualche volta di invadenza delle strutture di Governo, quali che siano i temporanei occupanti di Palazzo Chigi e del ministero dei Beni culturali. E poi pensiamo a una valorizzazione degli stabili e delle compagnie privati: non riteniamo che questa iniziativa del Governo debba favorire solo gli stabili pubblici. La legge deve essere equanime verso il pubblico e il privato''.

Altro obiettivo: favorire la ricostruzione di un 'vivaio': ''Il teatro italiano e' molto invecchiato - afferma l'esponente del Ccd - ha bisogno di ringiovanire, serve un salto generazionale, ha bisogno di sperimentare nuovi linguaggi. Per questo dobbiamo guardare con molta attenzione alla formazione''. Aperti alla convergenza dei due testi di legge? ''Si', a patto che la convergenza non sia a senso unico - risponde Follini - Abbiamo fatto una proposta perche' abbiamo alcune idee in comune e altre idee diverse da quelle del Governo. Si puo' ragionare su una confluenza, a patto che si tenga conto di alcune preoccupazioni che muovono la nostra iniziativa''.

(Bon/Zn/Adnkronos)