CASO FRAGOMENI: PESCANTE, ASSURDE ACCUSE AL CONI
CASO FRAGOMENI: PESCANTE, ASSURDE ACCUSE AL CONI

Roma, 1 lug. (Adnkronos) - ''E' stato semplicemente assurdo pensare che il Coni volesse regalare la medaglia d'oro di Fragomeni in cambio del voto favorevole a Roma del membro Cio algerino, che non vive nel suo paese e che non ha eccellenti rapporti con il proprio comitato olimpico''. Lo ha dichiarato il presidente del Coni Mario Pescante.

''Con gli atleti ho sempre avuto un ottimo rapporto e in piu' li ho sempre difesi. Quando scoppio' il caso Fragomeni ero all'estero e mi vennero riferiti i fatti adducendo a un errore dei computer o dei giudici. Le regole internazionali sono chiare. Un organismo dirigenziale non puo' sovvertire un risultato tcnico, decisione che semmai spetta alla federazione internazionale''.

''La riconferma dell'oro di Fragomeni mi fa due volte piacere. Una per l'atleta che si e' battuto con valore ed una per Patrizio Oliva che sta facendo un lavoro serio che sta risvegliando il pugilato italiano''.

(Rip/Pe/Adnkronos)