MS-FT: ASSEMBLEA 'ANTI-RAUTI', ESPULSI STAITI E TILGHER
MS-FT: ASSEMBLEA 'ANTI-RAUTI', ESPULSI STAITI E TILGHER
TROPPO 'DIPIETRISTA, CON LA FRONDA ANCHE ERRA E GUIDO MUSSOLINI

Roma, 14 lug. (Adnkronos) - E' bagarre nel Movimento Sociale-Fiamma tricolore. Ieri mattina circa duecento dirigenti e militanti della Fiamma si sono autoconvocati ed hanno inviato una sorta di ultimatum a Rauti: o entro il 28 settembre cambia la rotta del partito o prenderanno le ''decisionni conseguenti''. Oggi la risposta di Rauti: la decisione di espellere dal partito Tomaso Staiti di Cuddia e Adriano Tilgher che, con Enzo Erra e Guido Mussolini, sono tra i 'promotori' dell'autonvocazione di ieri.

''Non e' possibile -spiega Staiti- navigare a vista, senza una bussola o una stella polare. Erano tre le grandi strade da battere per il nostro partito: la lotta a Maastricht, la guerra all'immigrazione e l'opposizione alla Bicamerale. Su Maastricht Rauti dice 'ni', sull'immigrazione non fa nulla e sulla Bicamerale non e' mai intervenuto...''. E la possibile desistenza con il Polo a cominciare dalla prossime amministrative? ''Non si puo' -precisa Staiti- decidere, senza parlarne con il partito, di dar vita ad alleanze occasionali come e' successo a Cassino e come potrebbe succedere a Roma. O si fa un'analisi della situazione politice e se ne disegnano le strategie conseguenti, oppure non si va da nessuna parte''.

Ma e' soprattutto Di Pietro a dividere Rauti dagli 'autoconvocati'. ''Non e' possibile -insiste Staiti- difendere acriticamente e fideisticamente un personaggio come Di Pietro, di cui a Milano tutti conoscevamo la amicizie e le frequentazioni. Un conto e' difendere l'operato dei magistrati di 'Mani pulite', un altro e' diventarne le 'guardie bianche'...''. (segue)

(Rao/Gs/Adnkronos)