RAIDUE: 'UN GIORNO FORTUNATO' PER LO PSICOLOGO FABIO FAZIO
RAIDUE: 'UN GIORNO FORTUNATO' PER LO PSICOLOGO FABIO FAZIO

Roma, 15 lug. (Adnkronos) - ''Non raccontiamo le storie dei malati di mente, che sono storie delicate. Raccontiamo quanto sia labile il nostro concetto di normalita'''. Fabio Fazio lo sottolinea subito, perche' per la fiction 'Un giorno fortunato' (due puntate in onda nella prossima stagione su Raidue) il presentatore e' uno psicologo di una Usl alle prese con cleptomani, claustrofobi, maniaci sessuali.

''E' la prima (o anche l'ultima) volta che mi offrono una oppurtunita' di questo tipo -racconta Fazio- l'idea di recitare mi entusiasma, come quando mi mascheravo da bambino. E' bellissimo, mi chiamano dottore, ho dei pazienti, sono collega di Enzo Jannacci. E poi la voglia di trovarsi un ruolo diverso c'e' sempre. Il nostro mestiere e' sempre un gioco, e fa bene ricordarselo per non rischiare di pensare di essere un guru''. Con qualche esperienza teatrale, Fazio si e' trasformato in attore ''cercando di dimenticare l'incosciente naturalezza della Tv per ragionare sui gesti, sull'impostazione della voce''.

Sebbene sia ambientato a Imperia, 'Un giorno fortunato' viene girato anche all'Ospedale Santa Maria della Pieta' di Roma. Intorno allo psicologo Fabio Fazio ruotano una lunga serie di personaggi, su tutti Enzo Jannacci, il primario della Usl che -al contratio di Fazio- e' un sostenitore degli psicofarmaci. E poi Wilma De Angelis e Bruno Gambarotta (i genitori del protagonista), Fabrizia Sacchi, Roberto Citran, Raffaella Lebboroni e i pazienti Cico Veronica, Massimo Olcese, Adolfo Margiotta, Roberto Nobile e Claudio Bisio. (segue)

(Gmg/Pe/Adnkronos)