MS-FT: RAUTIANI ALL'ATTACCO, DISSIDENTI VERSO NUOVO PARTITO
MS-FT: RAUTIANI ALL'ATTACCO, DISSIDENTI VERSO NUOVO PARTITO
FIORILLO, POTERI OSCURI VOLEVANO METTERCI FUORI GIOCO

Roma, 25 lug. -(Adnkronos)- A settembre nascera' un nuovo partito dai dissidenti del Movimento Sociale Fiamma Tricolore, che attaccano la segreteria di Pino Rauti. Secondo Adriano Tilgher, i dimissionari e gli autosospesi del partito ''hanno superato il 40 per cento del totale degli iscritti''. Il nuovo soggetto politico puntera' ''all'antagonismo verso entrambi i poli, in nome di una politica antiliberista e alla tutela dell'identita' nazionale''.

Ma la polemica interna non si placa con l'annuncio della scissione. Tilgher e Staiti di Cuddia non sono dissidenti, ma ''traditori'' per il Movimento Sociale, che affida la replica a Italo Fiorillo, cofondatore del Ms-Ft. ''Chi ha tradito?'', e' il titolo dell'editoriale pubblicato dal periodico del movimento.

''Si e' voluto apparentemente colpire la persona di Rauti, per stroncare in realta' la crescita elettorale del nuovo Msi -scrive Fiorillo- L'obiettivo non e' stato centrato sia perche' troppo frettolosamente si e' organizzata l'ipotesi di diaspora sia perche' la consistenza della critiche politiche e' evanescente''. Secondo, i rautiani l'obiettivo era di ''destabilizzare'' il partito in vista delle scadenze elettorali di autunno a Roma e Napoli, dove l'Ms-Ft potrebbe essere decisivo per la corsa ai sindaci.

''Poteri oscuri o determinate forze politiche -secondo Fiorillo- hanno tentato dall'esetrno di indebolire e mettere fuori gioco i voti missini, proponendone il congelamento sotto la bandiera' dell'inutilita' e della indisponibilita'''.

(Pol/Pn/Adnkronos)