TV: FRECCERO, IL SUCCESSO DI 'VAJONT' SEGNO DEL CAMBIAMENTO
TV: FRECCERO, IL SUCCESSO DI 'VAJONT' SEGNO DEL CAMBIAMENTO
'C'E' VOGLIA DI VEDERE COSE NUOVE'

Roma, 10 ott. -(Adnkronos)- Ascolti in calo, varieta' in crisi. Ma il monologo teatrale vola. E' accaduto ieri sera su Raidue quando il monologo teatrale di Marco Paolini sul Vajont andato in onda in prima serata su Raidue ha avuto ascolti (15,78 pc) che solo qualche mese fa sarebbero stati riservati ai varieta'. ''Un risultato che, francamente, mi commuove -spiega il direttore di Raidue, Carlo Freccero che, con lo speciale, ha tenuto testa alla concorrenza- ma che deve far riflettere. Il pubblico televisivo sta cambiando: ce lo dice il calo generale degli ascolti e di certi programmi. Il varieta', almeno quello solito, segna il passo. Il successo di un monologo teatrale in prima serata ha un valore enorme''.

Freccero rilancia la sua idea di un ''palinsesto mobile, vivo, aperto ai fatti che accadono nel mondo. Per questo -dice- ieri ci abbiamo messo pochi minuti per sconvolgere i piani e dedicare tre giorni al Nobel a Dario Fo. C'e' voglia di vedere cose nuove in televisione. Consigli al direttore di Raiuno, Tantillo? No, non ho tempo per darne, io faccio il mio lavoro. Preferisco complimentarmi con Paolini che e' stato dirompente come lo era Grillo: ma sottolineo che non e' stato un caso, lavoravamo a quel programma da sei mesi''. Un successo che, dall'altro lato, preoccupa Freccero: ''Per noi e' un impegno morale. Meno varieta' e piu' ricerca di cose nuove. L'idea e' di altri speciali su avvenimenti italiani il primo dovrebbe essere quello su Piazza Fontana''.

(Mag/Pn/Adnkronos)