MONTESANO: TUTTI I GUAI DI 'FANTASTICO', DA ZERO ALL'IRAN
MONTESANO: TUTTI I GUAI DI 'FANTASTICO', DA ZERO ALL'IRAN

Roma, 3 nov. - (Adnkronos) - Incomprensioni, liti, monologhi, dichiarazioni 'scottanti' e cali di audience. Nei suoi quasi 20 anni di vita (la prima volta ando' in onda il 6 ottobre del '79), 'Fantastico' ha dovuto affrontare e superare una lunga serie di 'guai'. Lo stesso abbandono di Enrico Montesano non e' una novita' assoluta nella storia dello show del sabato sera. Nella stagione '82/'83, conduttori erano Corrado e Raffaella Carra', Renato Zero se ne ando' a meta' strada protestando contro alcuni tagli subiti dalla sua sigla, 'Viva la Rai'.

Ma la stagione record in fatto di problemi e' stata quella '86/'87. Era l'anno della battuta di Beppe Grillo sul viaggio in Cina dell'allora premier Bettino Craxi, che costo' al comico genovese il 'bando' dagli schermi Rai. Subito dopo, il trio Marchesini-Solenghi-Lopez organizzo' una scenetta sul traffico di armi tra l'Iran e gli Stati Uniti. Si scateno' il finimondo: consolato iraniano, 'Iran Air', scuole iraniane proclamarono due ore di sciopero, mentre Teheran richiamo' a casa il suo ambasciatore.

Ancora, la storica battuta dell'allora presidente della Rai Enrico Manca nei confronti di Baudo, accusato di fare programmi ''nazionalpopolari'', con risposta 'piccata' di Baudo. Qualche tempo dopo, SuperPippo lascio' la Rai. L'anno dopo e' quello di Celentano con i suoi silenzi, i monologhi e gli inviti a votare per il referendum contro il nucleare e la caccia. Polemiche a valanga sullo show del 'molleggiato', accusato di utilizzare lo schermo per fare propaganda. Tormentata anche l'edizione '91/'92 con la coppia Dorelli-Carra' al comando. Le incompresioni tra i due culminarono con un infortunio al ginocchio, da molti giudicato 'politico', che mise temporaneamente fuori gioco Dorelli. Infine, visto che dietro l'abbandono di Montesano c'e' la crisi degli ascolti, si puo' segnalare che nel '79 'Fantastico' aveva un ascolto medio di 23,6 milioni; nell''87 di 11,4 milioni; nel '91 di 7,8.

(Spe/Zn/Adnkronos)