PUBBLICITA': CONFESERCENTI, NO A RADDOPPIO TARIFFE LOCALI
PUBBLICITA': CONFESERCENTI, NO A RADDOPPIO TARIFFE LOCALI

Roma, 11 nov. -(Adnkronos)- L'aumento del 100 per cento dell'imposta di pubblicita' introdotta dalla finanziaria va contro gli obiettivi di semplificazione e razionalizzazione della finanza locale. E' la denuncia della Federpubblicita' a segnalare il pericolo di un aggravio dei costi sostenuti dalle categorie commerciali che, in prevalenza, utilizzano la pubblicita' esterna come tradizionale strumento di promozione aziendale.

''In questa maniera -dice Francesco Miscioscia, presidente della Federpubblicita'- si danneggia fortemente il settore della pubblicita' esterna, che nel nostro Paese e' sempre stato marginale a causa delle imposte locali gravanti solo su questo settore''.

(Sec/Pe/Adnkronos)