F1: AMATI, GIUSTA LA DECISIONE DELLA FIA
F1: AMATI, GIUSTA LA DECISIONE DELLA FIA

Londra, 11 nov. (Adnkronos) - ''E' difficile dire se e' una decsione giusta o meno ma, quando nella commissione ci sono certi grandi nomi, da Max Mosley a Marco Piccinini a Michel Boery, se hanno preso questa decisione sara' stata giusta''. Cosi' l'ex pilota di Formula Uno, Giovanna Amati, commenta il verdetto del 'processo' a Schumacher che si e' concluso questa mattina alla Motor Sport House Rac di Slough.

Per la Amati il Consiglio Mondiale dello Sport Automobilistico della Fia, che ha giudicato Schumi non ha usato, come qualcuno ha sostenuto, la 'mano' pesante. ''Non mi sembra, anzi. Per tutta la stagione, la Fia, ha punito in modo pesante Villeneuve piu' cge il ferrarista. Per alcuni questa decisione pero' ricade anche sulla squadra. Secondo Giovanna Amati non e' cosi': ''Alla squadra hanno lasciato i punti del campionato costruttori e tutte le vittorie''. Ma come mai la Fia ha voluto prendere una posizione cosi' netta sulla vicenda? ''La decisione della federazione internazionale dall'automobile, forse, vuole essere esemplare perche' la mossa di Schumi e' una delle cose piu' antisportive che si possa commettere in Formula Uno, e la Fia, probabilmente, ha voluto dare un segno a tutti i piloti delle formule minori. Se si lascia andare una scorrettezza del genere senza essere punito -ha sottolineato la Amati- un domani tutti si potrebbero sentire in diritto di poterla fare''.

(Sin/Pe/Adnkronos)