BAMBINO SCOMPARSO: IL SUO PARROCO, LI VORREI VEDERE MORTI
BAMBINO SCOMPARSO: IL SUO PARROCO, LI VORREI VEDERE MORTI
NON POTEVO SOSPETTARE

Sasso, 15 nov. - (Adnkronos) - ''Non come sacerdote, ma come uomo li vorrei vedere morti''. ''Come uomo vorrei che questi assassini fossero rinchiusi in una cella buia, senza acqua e senza pane, fino alla morte. Quello che dico non e' da sacerdote -dichiara il parroco di Sasso all'Adnkronos, il sacerdote che ha battezzato Silvestro- ma e' da uomo. Esseri di questo genere non meritano nulla''.

''Non potevo immaginare una cosa cosi' orribile -prosegue Don Ciccio- Mi domando come avrei potuto aiutarlo. Conoscevo bene Silvestro. Era un ragazzo molto bravo, molto buono. Era gentile, generoso ed allegro. Eravamo molto amici e lo stimavo tanto. Proprio non capisco come sia potuto accadere. Una vera tragedia, una mostruosita'''.

Durante i vostri incontri, non le ha mai confidato di aver fatto amicizia con questi due uomini, non ha detto qualcosa che potesse far prevedere l'accaduto? ''No. Non mi ha mai parlato di nulla, non potevo sospettare. Sicuramente hanno aggirato la sua innocenza, la sua ingenuita'. Sono sconvolto. Non ho il coraggio neppure di ascoltare o di domandare. Andro', comunque, dalla famiglia. I genitori sono bravvissime persone. Ora sono come pietrificati e non so proprio quanto coraggio potro' dare loro''.

(Zad/Zn/Adnkronos)