I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Luxor. Il presidente egiziano Hosni Mubarak ha silurato il ministro degli Interni Hassan al-Alfi, responsabile della sicurezza interna del Paese dopo aver definito ''uno scherzo'' il suo piano per la sicurezza nell'area di Luxor, teatro ieri dell'attentato costato la vita a 58 turisti. Fonti delle forze di sicurezza egiziane hanno riferito che la carica sara' assunta dall'assistente di al-Alfi, il generale Habib Al-Adli. Intanto la ''Al-Jamaa al-Islamiya'', l'''Associazione islamica'' che dal 1992 combatte per rovesciare il regime ''kaffir'' (pagano) del presidente egiziano Hosni Mubarak, ha rivendicato il massacro di ieri. In un comunicato recapitato alle agenzie internazionali al Cairo, la Jamaa Islamiya sostiene che nove estremisti sono riusciti a fuggire illesi da Luxor, quattro sono rimasti uccisi nella battaglia ingaggiata con le forze di sicurezza egiziane nella Valle delle Regine e due sarebbero stati catturati.

Mosca. Il presidente russo Boris Eltsin e il vicepremier iracheno Tereq Aziz ''hanno messo a punto un piano per uscire dalla crisi Iraq-Onu''. A darne notizia e' il ministro degli Esteri Russo, Primakov, dopo i colloqui avuti con Aziz. Primakov non ha specificato i contenuti, ma ha assicurato che ''sara' evitato l'uso della forza''. Tuttavia il consigliere per la sicurezza nazionale Usa, Berger, ha annunciato che il presidente Clinton ha deciso di rafforzare la presenza militare aerea americana nella zona del Golfo.

Mosca. I ministri degli Esteri dei cinque membri permanenti del Consiglio di Sicurezza si incontreranno domani a Ginevra per discutere dell'escalation della crisi tra Iraq e Nazioni Unite. Ad annunciarlo e' stata l'agenzia di notizie russa Itar-Tass che cita fonti diplomatiche a Mosca. Oggi il vice premier iracheno, Tareq Aziz, si trova nella capitale russa per incontrare il ministro degli Esteri di Mosca, Yevgeni Primakov.

New York. Diana stava per diventare una star di Hollywood: Lady Di era in trattative per interpretare il ruolo di una principessa innamorata della sua guardia del corpo in un film con Kevin Costner, quando sopraggiunse il tragico incidente del tunnel dell'Alma dove perse la vita. Lo ha rivelato lo stesso Costner in una intervista che uscira' in gennaio sul magazine ''Premiere'', parzialmente anticipata oggi dal quotidiano New York Post. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)