AFRICA AUSTRALE: AL BUIO PER DEI BRACCIALETTI
AFRICA AUSTRALE: AL BUIO PER DEI BRACCIALETTI

Harare, 18 nov. (Adnkronos/Dpa)- Buona parte dell'Africa Australe e' rimasta senza elettricita' e al buio per 10 ore la scorsa settimana a causa dell'intraprendenza di un ignoto che ha rimosso un giuntura d'acciaio di un pilone dell'alta tensione nei pressi della centrale idroelettrica di Kafue Gorge, nel sud dello Zambia, per farne dei braccialetti artigianali. Il portavoce della ''Zambia Electricity Supply Authority'', Sam Mahlanza, ha reso noto a Lusaka che la rimozione della giuntura ha fatto crollare il pilone alto 30 metri ed altri due piloni adiacenti, provocando un corto circuito nella rete a 330 chilowatt che fornisce energia elettrica ai sei Paesi del subcontinente. L'incidente a Kafue ha provocato la chiusura a catena della centrale geotermica da 960 megawatt di Hwange, che supplisce al 60 per cento del fabbisogno elettrico in Zimbabwe, delle turbine a 1.100 megawatt della centrale di Kariba Dam sullo Zambesi, della centrale di Inga che dallo Zambia rifornisce la Repubblica Democratica del Congo e della centrale da 2.000 megawatt di Cahora Bassa, in Mozambico, che fornisce di elettricita' il Sudafrica. Lo Zambia e lo Zimbabwe lamentano perdite per milioni di dollari.

(Lun/Pe/Adnkronos)