EGITTO: CONDANNA SVIZZERA, MINISTRO ESTERI ELVETICO AL CAIRO
EGITTO: CONDANNA SVIZZERA, MINISTRO ESTERI ELVETICO AL CAIRO

Berna, 18 nov. - (Adnkronos) - Il Consiglio federale svizzero si e' riunito oggi in seduta straordinaria in seguito alla morte dei 35 turisti svizzeri nell'attentato terroristico avvenuto ieri a Luxor ed il ministro degli Esteri Flavio Cotti e' partito per Il Cairo. Lo ha riferisce l'agenzia di stampa elvetica ''Ats'' precisando che ieri Cotti ha ricevuto una telefonata da parte del suo omologo egiziano Amr Mussa il quale ha espresso le condiglienze del governo egiziano per le vittime. L'agenzia non ha chiarito se Cotti, che si rechera' sul luogo del massacro per farsi un quadro personale della situazione, incontrera' il presidente egiziano Hosni Mubarak.

''Il governo svizzero condanna con la massima severita' questo brutale attentato contro innocenti -ha dichiarato il presidente della Confederazione Arnold Koller esprimendo cordoglio ai familiari delle vittime- chi calpesta la vita altrui in modo tanto deprecabile si rende nemico dell'intera umanita' e solo un chiaro e deciso atteggiamento nei confronti di qualsiasi forma di terrorismo puo' liberare l'umanita' da questo flagello''. L'Ats ha aggiunto che il numero delle vittime svizzere potrebbe aumentare dato che, secondo quanto riferito dall'ambasciatore svizzero in Egitto, Blaise Godet, vi sono ancora cinque dispersi. I feriti saranno rimpatriati al piu' presto e Koller ha detto che se necessario mettera' a disposizione aerei del Dipartimento militare. Tuttavia, ha aggiunto l'Ats, le misure da prendere dovranno essere decise sul posto ed in collaborazione con le agenzie di viaggio. (segue)

(Ses/Zn/Adnkronos)