EGITTO: SVIZZERA, AUTOCRITICA DELLE AGENZIE DI VIAGGIO
EGITTO: SVIZZERA, AUTOCRITICA DELLE AGENZIE DI VIAGGIO
PERICOLO SOTTOVALUTATO DOPO L'ATTENTATO AL CAIRO

Zurigo, 18 nov. (Adnkronos) - ''Mea culpa'' delle agenzie di viaggio svizzere, che oggi hanno parzialmente ammesso di aver sottovalutato i ''segni precursori'' della carneficina di Luxor, in particolare dopo l'attentato del Cairo dello scorso 18 settembre, costato la vita a nove turisti tedeschi. Hotelplan e Imholz hanno intanto annullato i viaggi per la valle del Nilo e l'intero settore prevede ingenti perdite per l'inverno, a quanto riferisce l'agenzia Ats.

''Tutte le agenzie hanno ignorato l'avvertimento dell'attentato del Cairo'', ha detto la portavoce di Hotelplan Brunhilde Mauthe, e hanno continuato a illustrare l'Egitto ai propri clienti come un paese calmo e sicuro''. L'ombudsman delle agenzie di viaggio Nicolas Oetterli si rifiuta pero' di credere che le agenzie abbiano commesso negligenze: i turisti scelgono la loro destinazione a loro rischio e pericolo e a questa situazione ha contribuito il governo egiziano, che ha attribuito l'attentato di settembre al gesto di uno squilibrato. (segue)

(Ses/Gs/Adnkronos)