IRAQ: GLI USA INVIANO ALTRI AEREI NEL GOLFO
IRAQ: GLI USA INVIANO ALTRI AEREI NEL GOLFO

Washington, 18 nov. (Adnkronos/Dpa) - Mentre la diplomazia internazionale lavora 24 ore su 24 per evitare un nuovo conflitto tra Stati Uniti ed Iraq, Washington annuncia l'invio di altri aerei da combattimento nel Golfo Persico. Il Consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, Samuel ''Sandy'' Berger, ha dichiarato che l'invio degli aerei -tra i 50 ed i 60, perlopiu' caccia F-117- e' stato deciso dal presidente Bill Clinton ''perche' la situazione rimane molto incerta'' nel Golfo. Berger ha anche reso noto che gli Stati Uniti hanno ''informato gli alleati'' della loro disponibilita' ad accettare un ampliamento dell'esenzione parziale all'embargo petrolifero che, in base alla risoluzione 986 ''petrolio in cambio di cibo'', consente all'Iraq di esportare fino a due miliardi di dollari di greggio per semestre.

Il Consigliere per la sicurezza nazionale americana si e' pero' detto dubbioso sulla possibilita' di una soluzione diplomatica della crisi: ''non ho ascoltato da parte irachena una dichiarazione di disponibilita' a consentire il ritorno degli ispettori su basi accettabili'', ha rilevato Berger. ''Siamo pronti al negoziato e al dialogo -ha risposto da Baghdad il ministro degli Esteri iracheno, Muhammad Said al-Sahhaf- Ma non siamo un campo profughi che aspetta di essere rifornito di cibo da Samuel Berger''.

(Lun/Gs/Adnkronos)