M.O.: NETANYAHU INCONTRA RE HUSSEIN A LONDRA SULL'IRAQ
M.O.: NETANYAHU INCONTRA RE HUSSEIN A LONDRA SULL'IRAQ

Gerusalemme, 18 nov. (Adnkronos/Dpa)- E' stata la crisi irachena a spingere re Hussein di Giordania a chiedere l'incontro con il premier israeliano Benyamin Netanyahu, che si svolgera' questa sera ad Ascot, in Gran Bretagna. Un incontro a sorpresa, dopo che le relazioni fra i due leader -che non sono mai state troppo buone- erano peggiorate con il tentato assassinio del capo politico di Hamas in Giordania, Khaled Meshaal, lo scorso 25 settembre, ad opera del Mossad. Netanyahu si fermera' in Gran Bretagna sulla via del ritorno del suo viaggio privato negli Stati uniti.

A quanto riferisce la radio israeliana, il re giordano ha sollecitato l'incontro per chiedere ad Israele di rimanere il piu' possibile ai margini della crisi irachena. Durante la guerra del Golfo, nel 1991, lo stato ebraico fu colpito da 39 missili scud iracheni, che provocarono solo danni materiali. Allora Israele non rispose militarmente su pressione degli Stati Uniti, ma questa volta il governo di Gerusalemme ha detto che non avrebbe esitato a rispondere ad ogni attacco iracheno.

Una risposta israeliana metterebbe in difficolta' la Giordania, confinante con entrambe i paesi. Amman, che si schiero' da parte irachena nel 90-91, ha poi firmato la pace con Israele.

Secondo fonti del Jerusalem Post, a favorire l'incontro sarebbe stato il ministro delle Infrastrutture Ariel Sharon che ha forti entrature ad Amman. ''Arik'', che svolse intensa opera di mediazione durante il caso Meshaal, avrebbe spinto re Hussein a riannodare il dialogo con Bibi, affermando che la sua sopravvivenza politica e' certa malgrado la fronda interna al Likud. All'ordine del giorno di questa sera vi sara' anche la pace in Medio Oriente.

(Civ/Gs/Adnkronos)