RUSSIA: PC BLOCCHERA' BILANCIO PER FAR DIMETTERE CHUBAIS
RUSSIA: PC BLOCCHERA' BILANCIO PER FAR DIMETTERE CHUBAIS

Mosca, 18 nov. (Adnkronos/Dpa)- Il partito comunista russo non sosterra' il bilancio d'austerita' per il 1988 fino a quando Anatoli Chubais non avra' abbandonato il suo posto. Lo ha dichiarato ai giornalisti il vice presidente del partito Valentin Kuptsov. I comunisti, che dominano la Duma (la camera bassa del parlamento), intendono cosi' cercare di abbattere il ministro delle Finanze e vice primo ministro, architetto delle riforme per la liberalizzazione del mercato, incappato in uno scandalo per i finanziamenti ricevuti per la stesura di un libro sulle privatizzazioni.

La dichiarazione di Kuptosv e' giunta mentre la Duma decideva di spostare a venerdi il dibattito sul bilancio, originariamente previsto per mercoledi, a causa ''della crisi nell'esecutivo''. Mercoledi sara' invece esaminata una risoluzione per chiedere a Eltsin di accettare le dimissioni di Chubais. Il ministro delle Finanze e la sua squadra -scrive il testo- hanno fatto uso ''di metodi poco scrupolosi per arricchirsi'' che ''minano i pilastri fondamentali dello stato: quel resto di fiducia nel governo del popolo russo che e' stato trascinato nella poverta'''. La Duma ha gia' respinto in prima lettura il bilancio in ottobre.

Il portavoce del Cremlino Sergei Yastrzhembeski ha risposto invitando la Duma ad abbassare i toni, e a non porre ultimatum al presidente. Secondo l'Itar Tass, che cita una fonte del partito comunista, per il momento non vi e' l'intezione di presentare una mozione di sfiducia contro il governo come quella ritirata in ottobre dopo l'intervento di Eltsin. La Duma dispone di un potere limitato rispetto ai parlamenti occidentali, ma capace di ostacolare l'azione di governo. (segue)

(Civ/Pe/Adnkronos)