CARCERI: CENTO (VERDI), NO A PENITENZIARIO FAVIGNANA
CARCERI: CENTO (VERDI), NO A PENITENZIARIO FAVIGNANA

Roma, 21 nov. (Adnkronos)- La costruzione del nuovo carcere di Favignana (Trapani), secondo il parlamentare verde, Paolo Cento, e' improponibile in un'area di grande valore archeologico ed ambientale, oltreche' inutile per la modesta presenza di detenuti, che potrebbero essere trasferiti nel nuovo carcere di Castelvetrano, in quello in via di ampliamento di Trapani o, ancora, in quello recentemente appaltato di Marsala.

In una interrogazione ai ministri di Grazia e Giustizia, dei Lavori Pubblici e dei Beni Culturali, Paolo Cento sottolinea che il decreto legge 553/96 stabilisce che debba cessare ''l'utilizzazione per finalita' di detenzione degli istituti penitenziari di Pianosa e Asinara, anche in relazione alla realizzazione del Parco Nazionale dell'Asinara''. Ma per l'isola di Favignana, che fa parte dell'arcipelago delle isole Egadi dove e' stata istituita una Riserva Naturale Marina, il ministero dei Lavori Pubblici ha gia' stanziato 95 miliardi per la costruzione del nuovo penitenziario. Inolte -conclude Cento- se pensiamo che nell'isola gia' esiste un altro penitenziario che ospita 100 detenuti e vede impiegati circa 120 agenti di custodia, non vi sono le condizioni perche' l'attuale progetto venga realizzato''.

(Sin/Pe/Adnkronos)