ANSALDO: GROS-PIETRO, NESSUNA DISCRIMINAZIONE
ANSALDO: GROS-PIETRO, NESSUNA DISCRIMINAZIONE

Milano, 21 nov. (Adnkronos) - ''Vogliamo che tutti gli offerenti per quanto riguarda l'Ansaldo, siano messi su un piano di parita', senza nessuna discriminazione e per questo abbiamo dato mandato al J.P. Morgan di ricevere le manifestazioni formali di interessi da tutti''. Lo ha affermato il presidente dell'Iri, Gian Maria Gros Pietro oggi a Milano per un incontro con i vertici dell'industria Meccanotessile.

Quanto all'interesse della Fiat per l'Ansaldo, Gros Pietro ha sottolineato ''puo' essere espresso solo da loro'', mentre per le preoccupazione della casa torinese circa un eventuale ingresso nel nostro Paese del colosso coreano Daewoo il presidente dell'Iri ha confermato: ''Sul fronte delle preoccupazioni solo la Fiat puo' interpretare i propri atteggiamenti. Certo -ha sottolineato- per noi un'offerta che provenisse da un gruppo italiano non potrebbe che farci particolarmente piacere, pero' se la Fiat vuole farci un'offerta e sono nel contempo preoccupati per un eventuale ingresso dei coreani, lo devono dire solo loro''.

In ogni caso, ha confermato Gros Pietro ''l'offerta che noi sceglieremo sara' quella che dara' i migliori vantaggi per il sistema produttivo italiano, per la societa', per il gruppo Iri, senza nessuna discriminazione, anche perche' -ha ricordato- a livello comunitario le discriminazioni non sono ammesse ed anche perche' il nostro obiettivo e' l'interesse del Paese e quindi vedremo chi potra' assicurarlo al meglio''. Gros Pietro ha poi confermato che la Daewoo entro la fine del mese dovra' fornire una qualche risposta.

(Ros/Lr/Adnkronos)