CONFINDUSTRIA: D'AMATO, SUL SUD PRODI E' DA BOCCIARE (2)
CONFINDUSTRIA: D'AMATO, SUL SUD PRODI E' DA BOCCIARE (2)
IRI-DUE E 35 ORE, PER IL SUD SONO UNA MINACCIA

(Adnkronos)- L'Iri due, spiega D'Amato, ''rischia di riavviare l'intreccio tra affari e criminalita' che per 40 anni ha permesso che nel sud prosperasse la mafia'', mentre le 35 ore costituiscono una pesantissima palla al piede per le imprese del mezzogiorno ancor piu' che per il resto del paese. Risultato di questa politica 'confusa', spiega D'Amato, e' che nel sud non si riescono a rilanciare gli investimenti: ''D'ora in poi -dichiara- dovremo abituarci a giudicare il governo non su quanto scende l'inflazione, ma su quanto crescono gli investimenti nel mezzogiorno''.

Il consigliere di Confindustria lancia una volta di piu' l'allarme: nel sud, avverte, la pazienza sta per finire. ''Il mezzogiorno e' una bomba a tempo. Per la prima volta, tra la gente c'e' davvero la voglia di cambiare, e la speranza che si possa realizzare qualcosa. Ma se queste speranze verranno deluse, le conseguenze possono essere devastanti. E temo che ci sia, su questo, una sottovalutazione da parte di tutti''. Anche da parte del sindacato, ovviamente, che ''continua a difendere lavoratori e pensionati, invece di darsi da fare per combattere il lavoro nero''. (segue)

(Nnz/As/Adnkronos)