CONFINDUSTRIA: D'AMATO, SUL SUD PRODI E' DA BOCCIARE (3)
CONFINDUSTRIA: D'AMATO, SUL SUD PRODI E' DA BOCCIARE (3)
SE PERDIAMO ANCHE LA TERZA RIPRESA, E' LA FINE

(Adnkronos) - In sintesi, precisa D'Amato, nel Sud occorre ''ripristinare le regole di mercato, a partire dalla convivenza civile''. Ma nella Finanziaria, sottolinea, non c'e' una sola lira in piu' per combattere la criminalita', come gli industriali avevano chiesto: ''Ci sono invece risorse, tra l'altro del tutto incerte, per finanziare iniziative assistenzialistiche, frutto dell'accordo tra Prodi e Bertinotti''.

Se nel mezzogiorno venissero ristabilite le 'convenienze' ad investire, c'e' invece la possibilita' concreta di un rilancio economico e sociale: come dimostra anche l'indagine che la Confindustria ha avviato da qualche mese tra le imprese per sondare la loro disponibilita' a investire, e che ''sta dando risultati molto incoraggianti''.

''Abbiamo di fronte la terza ripresa in pochi anni -avverte il consigliere di Confindustria- il sud ne ha gia' perse due, cerchiamo di far si' che non si perda anche la terza, perche' sarebbe la fine. La gente ha voglia di cambiare, ma adesso e' ora che cambino anche le politiche del governo: niente assistenza, niente regali. Solo quello che ci spetta''.

(Nnz/Zn/Adnkronos)