FINANZIARIA: ROGNONI-MACCIOTTA, LITE SU TEATRO CARLO FELICE(2)
FINANZIARIA: ROGNONI-MACCIOTTA, LITE SU TEATRO CARLO FELICE(2)

(Adnkronos)- Tagliente la replica del sottosegretario al Tesoro Giorgio Macciotta. ''Si devono considerare posizioni ufficiali del governo -ha detto- solo quelle espresse collegialmente o manifestate in aula dai singoli rappresentanti delegati dal presidente del Consiglio. Spiace dirlo -ha aggiunto rivolto a Rognoni- ma non sfugge una sua preoccupazione di collegio''.

La polemica e' proseguita anche fuori dall'aula. ''La mia proposta -ha spiegato Rogoni- avrebbe permesso al Carlo Felice di pareggiare il bilancio, un risultato decisivo per consentire al teatro la trasformazione in fondazione. Sul mio emendamento c'era un accordo con Veltroni, Burlando e Parisi. Il fatto e' che nella riunione di maggioranza con aria da suk araba non se ne e' tenuto conto''.

Con Macciotta si e' schierato il relatore alla finanziaria Paolo Giaretta: ''mi meraviglio -ha detto- che un senatore che ricopre una importante carica come quella di vice presidente del Senato ritenga di gestire il bilancio dello Stato con accordi telefonici. Se e' vero che il ministro era d'accordo con lui avrebbe potuto formalizzare l'emendamento''.

(Ric/As/Adnkronos)