FINANZIARIA: SENATO APPROVA FISCAL DRAG PER ASSEGNI FAMILIARI
FINANZIARIA: SENATO APPROVA FISCAL DRAG PER ASSEGNI FAMILIARI
PIU' FONDI PER TERREMOTO, AGRICOLTURA E IMPRENDITORIA FEMMINILE

Roma, 21 nov. (Adnkronos) - Assegni familiari piu' pesanti nel '98. Il Senato infatti ha dato il via libera all'utilizzo di una quota del fiscal drag per rimpinguare gli assegni: si tratta di 595 mld nel '98 e 618 mld nel '99 e nel 2000. Circa due terzi di tale somma andranno comunque a pensionati e famiglie monoparentali con un reddito inferiore ai 50 mln. Il Senato, prima che mancasse il numero legale, ha ultimato l'esame della Finanziaria confermando le modifiche apportate dalla commissione Bilancio introducendo solo altre tre piccole novita' relative al fondo di solidarieta' per l'agricoltura, all'imprenditoria femminile, e alla Federconsorzi. Viene inoltre confermato l'accantonamento di 2.000 mld nel biennio, di cui 1.250 nld '98 e 750 mld nel '99, per concedere la fiscalizzazione degli oneri sociali al Sud.

La commissione, che nella notte ha ultimato l'esame della Finanziaria, ha anche aumentato gli stanziamenti per le zone terremotate di Umbria e Marche, per l'agricoltura, l'export, l'innovazione tecnologica e lo sviluppo dell'imprenditoria femminile. ''Con gli interventi operati dal governo su terremoto e fiscalizzazione oneri sociali al Sud e quelli fatti dalla commissione per rafforzare gli interventi a sostegno dello sviluppo economico -ha commentato il relatore Paolo Giaretta- viene mandato all'esame dell'aula una finanziaria notevolmente migliorata''.

ASSEGNI FAMILIARI: La Finanziaria ha confermato anche per i prossimi 3 anni la scelta operata con le ultime due finanziarie di utilizzare gran parte delle somme del fiscal drag per rimpinguare gli assegni familiari. Sara' comunque un decreto del ministero del Lavoro a indicare la ripartizione del fiscal drag tra gli aventi diritto. Il fiscal drag ammonta nel '98 a 650 mld e nel '99 e 2000 a 675. In particolare nel '98 circa 55 mld andranno al finanziamento delle integrazioni al minimo delle pensioni e 595 mld per gli assegni familiari. La ripartizione comunque non sara' omogenea in quanto circa 400 mld saranno utilizzati a favore dei pensionati con coniuge a carico e delle famiglie monoparentali con un reddito fino a 50 mln ai quali andra' una maggiorazione dell'assegno rispettivamente di 200 e 250 mila lire. La decisione e' stata gia' annunciata dal ministero delle Finanze e servira' ad evitare la penalizzazione che deriverebbe a pensionati con coniuge a carico e familiari monoparentali dal riordino delle aliquote Irpef. (segue)

(Ric/As/Adnkronos)