TASSI: LA CITY, BANKITALIA TROPPO PRUDENTE NEI TAGLI
TASSI: LA CITY, BANKITALIA TROPPO PRUDENTE NEI TAGLI
NOMURA E PARIBAS, TUS POTREBBE ESSERE TAGLIATO DELLO 0,75

Roma, 21 nov. (Adnkronos)- L'inflazione non riparte, la valuta e' forte, la finanziaria quasi passata: perche' i tassi italiani non scendono? Nella City londinese non riescono a interpretare la prudenza della Banca d'Italia. Gli analisti attendono un taglio del Tus di 3/4 di punto, e non condividono i timori di fughe di capitali.

''Gia' nel corso dell'estate era maturata la possibilita' di un taglio di mezzo punto del Tus. Adesso, dopo gli ultimi dati sull'inflazione, il taglio potrebbe anche arrivare ai 3/4 di punto -dice Luca Jellineck analista della Banca Paribas- aspettiamo fine anno, ma non riusciamo a vedere motivi di allarme nemmeno nei flussi di capitali italiani all'estero evidenziati nei dati di Bankitalia. Non siamo piu' negli anni '70 quando i capitali fuggivano da un paese rischioso. Oggi siamo di fronte ad un ordinato processo di diversificazione degli investimenti''.

E allora, perche' non scende il costo del denaro? ''Trovo difficile interpretare il loro ragionamento; la finanziaria e' praticamente approvata, il rialzo delle aliquote dell'Iva ha avuto un impatto modesto -spiega Jellineck- Evidentemente Bankitalia ha delle altre preoccupazioni, che solo il Governatore conosce''. (Segue)

(Maz/As/Adnkronos)