AFGHANISTAN: PANNELLA CRITICA ARLACCHI
AFGHANISTAN: PANNELLA CRITICA ARLACCHI

Roma, 26 nov. (Adnkronos) - ''Il vice segretario italiano dell'Onu confida nel regime infame ed assassino dei taleban per 'estirpare' le coltivazioni di oppio, contro ogni logica''. Cosi'. in un comunicato Marco Pannella, ha criticato oggi l'accordo raggiunto dal direttore dell'Undcp (United Nations drug control programme) con gli ''studenti di teologia'' per la distruzione delle coltivazioni di oppio in Afghanistan.

''All'errore doloso di ritenere che con 28 miliardi di lire all'anno si possa stroncarer la produzione e il commercio dell'80 per cento dell'eroina attualmente consumata in Europa - aggiunge in un altro comunicato Benedetto Della Vedova, della Lista Pannella- si aggiunge l'avvallo e il riconoscimento internazionale di un regime impresentabile come quello degli studenti coranici di Kabul, che fino ad oggi ha ricevuto il riconoscimento da soli tre paesi, Arabia Saudita, Pakistan ed Emirati Arabi per i meriti conquistati per l'osservanza della sharia e la represione dei diritti umani e civili, in particolare delle donne''.

(Red/Pe/Adnkronos)