EURO: LA SCOMMESSA DI HAIDER CON UN OCCHIO AL DUEMILA
EURO: LA SCOMMESSA DI HAIDER CON UN OCCHIO AL DUEMILA
'SI' ALLA MONETA UNICA, NO AI CRITERI DI ATTUAZIONE''

Vienna, 26 nov. (Adnkronos) - ''La nostra posizione rispetto all'Euro e' chiara: valutazione tutto sommato positiva del concetto, ma con molte riserve sui criteri e sui tempi di attuazione. Del resto, se la Germania e l'Italia, i nostri primi due partner commerciali, entreranno nell'Europa monetaria, per l'Austria sarebbe un disastro rimanerne fuori''. Questo, in sintesi, l'approccio dei nazional-liberali austriaci (Fpoe) di Joerg Haider alla travagliata questione dell'Euro, da cui e' nata l'idea della raccolta di firme (Volksbegehren) che dovrebbe costringere il Parlamento a discutere ufficialmente e a porte aperte il tema della moneta unita.

Tra il 24 novembre e il 1^ dicembre i cittadini austriaci sono dunque chiamati ad esprimere con la loro firma il sostegno popolare nei confronti dell'iniziativa di Haider: la soglia minima di firme per portare la questione in Parlamento e' fissata per legge alle 100.000 unita', ma gli osservatori sono concordi nel ritenere che un risultato inferiore alle 4-500 mila firme significherebbe una sconfitta politica per la Fpoe e Jorg Haider.

Vista nell'ottica scarna delle cifre, l'iniziativa haideriana potrebbe quindi sembrare il frutto di un imperdonabile errore di calcolo; dopo tutto, come dice oggi un editorialista del popolare ''Kurier'', ''il treno dell'Euro e' ormai inarrestabile'' e i sondaggi di opinione rivelano che il 62 per cento degli austriaci appoggia l'adesione alla moneta unica (in agosto la percentuale era del 42 per cento).

(Nsp/Gs/Adnkronos)