VITA EXTRATERRESTRE: SPECOLA VATICANA, NESSUNA MERAVIGLIA
VITA EXTRATERRESTRE: SPECOLA VATICANA, NESSUNA MERAVIGLIA

Roma, 15 gen. - (Adnkronos) - L'eventualita' di una vita extraterrestre non deve destare nessuna meraviglia nei fedeli cattolici. Lo afferma padre George Coyne, direttore della Specola Vaticana, a proposito della recente ''probabile scoperta di materiale organico su un meteorite appartenuto una volta al pianeta Marte''. L'occasione per tale pronunciamento e' un articolo che sara' pubblicato sul prossimo numero della ''Civilta' cattolica'', l'autorevole rivista della Compagnia di Gesu'.

''Cio' che veramente deve sorprenderci non e' tanto scoprire che la vita si trovi nell'universo anche fuori della Terra, ma piuttosto che semplicemente nell'universo esista la vita. Il fatto e' -afferma il gesuita che dirige l'osservatorio astronomico della Santa Sede- che ci vollero dodici miliardi di anni prima che, con l'evoluzione dell'universo in espansione, si realizzassero le condizioni che non poterono attuarsi senza il continuo concorso di circostanze fisiche particolari ritenute indispensabili per l'esistenza stessa della vita''.

Per padre Coyne la teologia e quindi la fede non devono temere nulla dalla scoperta di forme di vita extraterrestre, perche' anch'esse, se esistessero, rientrerebbero nella ''mente di Dio''.

(Pam/Zn/Adnkronos)