35 ORE: ASSE SINDACATI-CONFINDUSTRIA PRO CONCERTAZIONE
35 ORE: ASSE SINDACATI-CONFINDUSTRIA PRO CONCERTAZIONE

Roma, 21 gen. (Adnkronos) - Sindacati e Confindustria alleati in nome della difesa della concertazione e della politica dei redditi, che rischia di essere messa in discussione dall'intervento legislativo sulle 35 ore. E' questo l'asse scaturito dal lungo vertice di questa mattina tra Cgil, Cisl e Uil e i rappresentanti degli industriali.

Divisi nella valutazione di una legge sugli orari (la Confindustria riconferma il suo no, mentre i sindacati affermano che, se formulata nel modo giusto, potra' aiutare la contrattazione) i rappresentanti di industriali e lavoratori, in due conferenze stampa separate al termine della riunione, concordano perfettamente nel ritenere indispensabile la difesa della politica dei redditi nata con l'accordo di luglio del '93.

''Sindacati e Confindustria -ha dichiarato il leader della Cgil Sergio Cofferati- hanno due esigenze in comune: salvaguardare l'impianto dell'accordo di luglio e aver la possibilita' di consultarci tra di noi tutte le volte che sara' necessario, al di la' dei rapporti che poi avremo con governo e maggioranza''. Ancora piu' chiaro il messaggio inviato al governo dal presidente di Confindustria Giorgio Fossa: ''la concertazione e' l'obiettivo prioritario sia per noi che per il sindacato. Se saltera', non sara' colpa nostra ma del governo. Al quale oggi diciamo: abbiamo deciso di giocare questa partita a carte scoperte. Con i sindacati ci sentiremo costantemente, per evitare, come e' gia' accaduto, che il governo giochi su due tavoli, dicendo a noi delle cose e al sindacato delle altre''. (segue)

(Nnz/Pe/Adnkronos)