EURO: L'ITALIA CI SARA' DA SUBITO SECONDO L'ECONOMIST (2)
EURO: L'ITALIA CI SARA' DA SUBITO SECONDO L'ECONOMIST (2)

(Adnkronos)- A presentare il rapporto e' stato il presidente della Banca Nazionale del Lavoro, Mario Sarcinelli. La Bnl e' uno degli sponsor dell'iniziativa, oltre a Rothschild, Schroders, Reuters, Prudential, Deutsche Morgan Grenfell. Il rapporto, oltre a disegnare i confini politici del primo gruppo di paesi, si concentra su una domanda: l'euro funzionera'?. ''La riflessione di Currie -spiega Sarcinelli- ruota intorno a due concetti: conflittualita' o cooperazione; flessibilita' o rigidita'''.

Quattro gli scenari prospettati, dal peggiore (conflitti tra Banca centrale europea e governi nazionali, piu' rigidita' del mercato del lavoro) al migliore (cooperazione e flessibilita'): ''Nessun finale e' automaticamente assicurato -dice Sarcinelli-. Il punto centrale e' quello di non sentirsi appagati dal mero ingresso nel club della moneta unica: l'euro non deve essere un approdo, ma un trampolino''. Il primo passo per far funzionare l'euro sara' la ''delicata determinazione dei tassi di conversione'', tenendo conto che la Gran Bretagna non ne fara' parte, mentre la sterlina e' parte dell'ecu.

Insomma, ''stara' quindi all'abilita' e alla capacita' di coordinamento dei 'policy maker' europei perfezionare riforme strutturali su temi quali il lavoro e il fisco, continuando a demandare ad un'oculata gestione della politica di bilancio il ruolo di 'shock absorber'''.

(Pab/Pe/Adnkronos)