EURO: L'ITALIA CI SARA' DA SUBITO SECONDO L'ECONOMIST
EURO: L'ITALIA CI SARA' DA SUBITO SECONDO L'ECONOMIST

Roma, 21 gen. (Adnkronos)- L'Italia sara' da subito nel gruppo degli 11 paesi dell'Unione monetaria europea. Lo sostiene uno studio dell'''Economist Intelligence Unit'', a cura del consulente enonomico di Tony Blair, David Currie. Il rapporto dell'Eiu da' per scontato che l'euro partira' entro la data prevista, il primo gennaio '99, con 11 paesi inclusa l'Italia, per tre motivi fondamentali: i risultati del processo di convergenza sono ''estremamente positivi'', ed e' l'Italia a far registrare ''la piu' sensazionale svolta'' nella riduzione del deficit.

Il secondo motivo, prosegue il rapporto, sta nella difficolta' di giustificare una bocciatura del nostro paese in base al criterio del debito, quando il Belgio ha gli stessi problemi dell'Italia e sicuramente entrera' nell'Uem nel primo turno. La terza ragione e' di carattere politico, scrive l'Intelligence unit dell'Economist, e ''dipende dalla pressione che il meccanismo di selezione basato su votazioni a maggioranza qualificata esercita nella direzione di formare un ampio gruppo di partecipanti al primo turno''. (segue)

(Pab/Pe/Adnkronos)